Repertorio Cartografico

1 Carta Tecnica Comunale
2 Ortofotopiano Digitale a Colori
3 Modello Tridimensionale del Terreno


1 La Carta Tecnica Comunale è il "substrato" informativo sulla quale vengono contestualizzate tutte le informazioni del Sistema Informativo Territoriale; per questo motivo viene anche definita cartografia di base.
Le banche dati cartografiche utilizzate per la realizzazione della cartografia di base (ed i relativi livelli tematici), sono state elaborate a partire da files in formato .dwg rappresentanti il Territorio Comunale alla scala nominale 1:2000, con aeroripresa del 09/05/2000 suddivisa in tre fogli.
La continuità territoriale è stata ottenuta mediante il processo di mosaicatura dei fogli; successivamente si è proceduto alla conversione della banca dati cartografica dal formato CadOriented al formato GisOriented ed all'attribuzione delle coordinate spaziali secondo il sistema di riferimento Gauss-Boaga, Roma 40/fuso Est.
Le varie entità geografiche (i Layer del formato CadOriented) sono state raggruppate nei seguenti livelli tematici:

  • Edifici
  • Manufatti
  • Viabilità
  • Trasporto energia
  • Vegetazione
  • Idrografia
  • Morfologia

ciò per consentire una più immediata comprensione degli elementi che caratterizzano il territorio.

2 L'Ortofotopiano Digitale a Colori permette una rapida interpretazione degli elementi che caratterizzano il paesaggio (edificato, reticolo stradale, vegetazione, ecc,) grazie ad una visione realistica ed immediata del territorio; in virtù della loro completezza descrittiva, le ortofoto possono essere utilizzate come base di riferimento cartografico per il controllo dell'evoluzione del paesaggio ed eventualmente per l'aggiornamento degli strati informativi cartografici; gli ortofotopiani digitali a colori forniscono una "istantanea" sullo stato reale del territorio al momento della ripresa.
Le riprese aereofotogrammetriche sono state effettuate nel periodo maggio-settembre 1998-1999 dalla Compagnia Generale Ripreseaeree S.p.A.di Parma ed acquisite ad una scala nominale 1:10.000. La dimensione nominale del pixel (risoluzione sul terreno) è di circa un metro, mentre il formato è .ecw (Enhanced Compression Wavelet).

3 Il Modello Tridimensionale del Terreno o D.E.M. è una rappresentazione tridimensionale della superficie terrestre che permette di caratterizzare il territorio dal punto di vista morfologico.
Il D.E.M. viene riprodotto a partire da informazioni di tipo puntuale (punti quotati) e lineari (curve di livello) ricavate dalla Carta Tecnica Comunale, e successivamente elaborate tramite metodi di interpolazione geostatistici (Spline, Kriging, ecc,); il risultato ultimo dell'interpolazione è un grigliato regolare in formato GRID che costituisce il piano quotato, strumento attraverso il quale si ottengono le informazioni altimetriche utilizzate per la creazione dell'elaborato grafico del Modello Tridimensionale del Terreno.
Dal GRID possono essere ricavate ulteriori informazioni di carattere morfologico e geostatistico, come ad esempio le pendenze e le esposizione dei versanti, elaborati indispensabili in studi connessi alla valutazione del rischio idrogeologico, o in sede di V.I.A. valutazione di impatto ambientale.


Asmenet Calabria Realizzato da Asmenet Calabria - info@asmenet.it Regione Calabria
pmapper mapserver php apache centos